MIM 0332668381  vaic829001@istruzione.it  Cod. Mecc. VAIC829001 Cod. Fatt. UFS6B9

Pattumiere in sovrappeso

“Pattumiere in sovrappeso: nella nostra dieta, la dieta del mondo”

Descrizione del progettoL’O.M.S. ha richiamato, negli ultimi anni, tutte le nazioni ad un maggiore impegno nel settore dell’educazione e della prevenzione nutrizionale. Certamente, il benessere psicofisico e lo stato di salute dipendono da caratteristiche genetiche e da condizioni ambientali, ma anche da abitudini e stili di vita. La globalizzazione e l’agricoltura intensiva tendono a far scomparire molte specie animali e vegetali, impoverendo la ricchezza dell’agricoltura e della gastronomia e omologando i gusti. Ma la biodiversità è una ricchezza e va protetta, non solo dai gastronomi del cosiddetto “slow food”.Il progetto si colloca, quindi, nell’ambito dello sviluppo di un consumo consapevole del cibo, nel rispetto delle tradizioni culturali e gastronomiche e del piacere che l’atto alimentare deve sempre avere.L’intento è costruire negli alunni nuove consapevolezze e competenze, orientate sia alla promozione di personali comportamenti responsabili in ambito alimentare, sia al loro uso sociale, poiché si prevede una condivisione attiva delle informazioni e delle conoscenze acquisite attraverso social e canali dedicati (es.Youtube), una piccola mostra sulle attività locali legate alla produzione di cibo, una collaborazione con una struttura socio-sanitaria per anziani presente sul territorio e l’avvio di piccoli orti nelle scuole.
Obiettivi del progettoIl progetto si inserisce nell’obiettivo generale “Miglioramento delle competenze chiave degli allievi” e prevede azioni per il consolidamento, l’approfondimento e lo sviluppo di conoscenze e competenze di cittadinanza attiva e globale, per formare cittadini consapevoli e responsabili in grado di prendere decisioni basate su competenze create anche nella scuola per un futuro sostenibile. Gli obiettivi formativi riguardano la diffusione della cultura della salute, attraverso un’educazione alimentare attiva e consapevole, con particolare riferimento al rapporto tra cibo e territorio, all’approccio al cibo come opportunità di conoscenza della storia locale e di integrazione culturale, ad una riflessione sullo spreco del cibo e delle risorse necessarie per la sua produzione e distribuzione, sull’equità della disponibilità del cibo, sulla filiera alimentare, le conseguenze dei cambiamenti climatici sull’agricoltura, attraverso la realizzazione di buone pratiche: costruire e/o consolidare abitudini alimentari positive, rispettose delle esigenze fisiologiche e della salute e non delle logiche del consumo e del commercio; sviluppare consapevolezza rispetto al consumo sostenibile e alla tutela dell’ambiente; conoscere le tradizioni locali legate alla produzione e al consumo di cibo; ridurre gli sprechi di cibo; incrementare rapporti intergenerazionali; scoprire la multiculturalità del cibo; capire le cause delle migrazioni ambientali.
Caratteristiche dei destinatariNei mesi di febbraio/marzo 2017, l’Associazione Genitori, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo, ha realizzato un sondaggio tra tutti gli alunni e genitori delle nostre scuole per rilevare le esigenze formative dei ragazzi in ambito extra-curricolare. Il rapporto con il cibo è emerso come altamente prioritario, sia in termini di educazione alimentare (fortemente richiesta dai genitori), che di manipolazione (richiesta dagli alunni). Anche nel rilevamento annuale dei consumi della scuola e della produzione di rifiuti realizzato nell’ambito del Progetto Green School, a cui il nostro istituto partecipa da anni, è costantemente emersa la necessità di un lavoro educativo che aiuti a ridurre lo spreco alimentare generato in mensa, migliorando la consapevolezza degli alunni rispetto alle scelte alimentari anche in un’ottica di sostenibilità ambientale. Sulla base dell’analisi deibisogni effettuata, si è scelto di destinare il progetto agli alunni delle classi quarte e quinte della scuola primaria e di tutte le classi della scuola secondaria di primo grado, creando un gruppo guida che possa consapevolmente coinvolgere poi nel lavoro di sensibilizzazione l’intera popolazione scolastica e le relative famiglie.
Apertura della scuola oltre l’orarioNel rispetto di quanto stabilito nel Rapporto di Autovalutazione, nel Piano Triennale dell’Offerta Formativa e nel Piano di miglioramento, i moduli oggetto del presente progetto saranno realizzati oltre l’orario scolastico.Il primo modulo, destinato agli alunni delle classi quarte e quinte della scuola primaria, “Dalla terra alla Terra: nutrire, con-dividere, rispettare” si svolgerà nel mese di giugno 2019 come ‘campus estivo”, nei locali della Scuola Primaria “Gianoli” e nella mensa della stessa.Il secondo modulo è pensato per gli alunni delle classi della scuola secondaria di I grado, “Cambiare non fa male: la nostra dieta, la dieta del mondo si svolgerà nel pomeriggio, con frequenza settimanale, nel periodo gennaio/maggio 2019, nei locali della Scuola Secondaria di I grado.La presenza di rete wireless, di PC e di LIM in tutte le scuole permetterà agli allievi di usufruire della tecnologia come valido supporto all’attività
Metodologie e InnovativitàSi intende operare con una metodologia che vede gli alunni protagonisti del loro percorso, dalla progettazione alla realizzazione di prodotti specifici (cooperative learning, basato sul peer to peer): creazione di questionari per le interviste a produttori locali e/o a persone significative, realizzazione di una piccola mostra sull’attività di pesca lacustre che sta scomparendo, organizzazione di momenti intergenerazionali (es. preparazione di merende da offrire agli anziani ospiti della struttura sanitaria assistenziale presente sul territorio), realizzazione di un ricettario con ricette che usano “gli avanzi” riunendo insieme abitudini e trucchi delle proprie famiglie e culture, realizzazione di prodotti multimediali /infografiche a supporto dello scopo comunicativo, che documentino il percorso, siano da stimolo ad una diffusione della cultura della salute e agiscano da feed back nei confronti del progetto stesso (da proporre ai peer delle scuole dell’Istituto e/o viciniori e alla cittadinanza). Il docente sarà facilitatore e organizzatore delle attività stimolando la creatività, le risposte e la collaborazione attiva degli alunni.
Coerenza con l’offerta formativaL’Istituto ha una forte connotazione ambientalista, iniziata nell’a.s 2007/08 con l’adesione al progetto “Agenda 21 scuole – la nostra scuola per l’energia sostenibile” della Provincia di Varese e proseguita, dall’anno scolastico 2011/12, con il progetto “Green School” ideato da Agenda 21 Laghi in collaborazione con l’associazione CAST di Laveno Mombello, che ha permesso di conseguire il riconoscimento ed il logo di Green School per il risparmio energetico, la riduzione dei rifiuti, l’educazione ambientale e la mobilità sostenibile. Pertanto tutto quello che il PTOF illustra, va inquadrato in questo orizzonte. L’ I. C. “Monteggia” intende favorire lo sviluppo armonico e integrale della persona, all’interno dei principi della Costituzione italiana e della tradizione culturale europea dell’accoglienza, della coesistenza, della pluralità, promuovendo conoscenza, rispetto e valorizzazione delle diversità individuali, con il coinvolgimento attivo di studenti e famiglie. L’Istituto intende valorizzare la tradizione educativa e didattica, ponendo attenzione al profilo delle competenze previste al termine del primo ciclo e agli obiettivi disciplinari declinati nel curricolo verticale, per garantire il successo formativo degli alunni. L’Istituto intende sostenere e promuovere l’innovazione metodologica e tecnologica come strumenti utili per conseguire il successo formativo degli studenti, guidandoli ad utilizzare con dimestichezza e spirito critico le tecnologie.
Coinvolgimento del territorio in termini di partenariati e collaborazioniIl Comune di Laveno Mombello, negli anni, si è sempre dimostrato attento alle iniziative del nostro Istituto, collaborando in modo costruttivo e mettendo a disposizione le strutture e gli spazi necessari per la realizzazione delle varie attività organizzate dalle scuole: l’interazione con lo stesso sarà utile per ottenere il supporto necessario per garantire l’apertura della scuola oltre l’orario scolastico, il servizio mensa, il trasporto da una sll’altra e per facilitare i rapporti con le famiglie.Proponendo un’attività extracurricolare al tempo stesso formativa e ricreativa, creando uno spazio alternativo di crescita, con attività in cui i ragazzi possano esprimere le proprie attitudini e potenzialità, si istituirebbe un’ulteriore possibilità di permanenza a scuola per quegli alunni che altrimenti rischierebbero di andare incontro all’insuccesso e alla dispersione scolastica.L’Associazione dei Genitori fornirà all’Istituto un supporto alla progettazione e alla realizzazione dei moduli e al coinvolgimento e alla diffusione delle iniziative tra i genitori.Sarà possibile il coinvolgimento di altri Enti quali la Comunità Montana dell’Alto Verbano e le associazioni di volontariato che operano sul territorio, che già in passato, si sono più volte rese disponibili ad affiancare e supportare la Scuola nei vari progetti.
Apertura della scuola oltre l’orarioNel rispetto di quanto stabilito nel Rapporto di Autovalutazione, nel Piano Triennale dell’Offerta Formativa e nel Piano di miglioramento, i moduli oggetto del presente progetto saranno realizzati oltre l’orario scolastico.Il primo modulo, destinato agli alunni delle classi quarte e quinte della scuola primaria, “Dalla terra alla Terra: nutrire, con-dividere, rispettare” si svolgerà nel mese di giugno 2018 come ‘campus estivo”, nei locali della Scuola Primaria “Gianoli” e nella mensa della stessa.Il secondo modulo è pensato per per gli alunni delle classi della scuola secondaria di I grado, “Cambiare non fa male: la nostra dieta, la dieta del mondo si svolgerà nel pomeriggio, con frequenza settimanale, nel periodo gennaio/maggio 2018, nei locali della Scuola Secondaria di I grado.La presenza di rete wireless, di PC e di LIM in tutte le scuole permetterà agli allievi di usufruire della tecnologia come valido supporto all’attività
InclusivitàIl progetto si rivolge a tutti gli studenti con particolare attenzione a quelli che presentano uno svantaggio sociale e culturale e/o difficoltà nella corretta relazione e che vivano situazioni di esclusione dal gruppo dei pari. La possibilità di attivare strategie innovative attraverso il cooperative learning, basato sul peer to peer, il coinvolgimento diretto in azioni mirate, l’uso della tecnologia come mediatore didattico in grado di sostenere la motivazione, contribuiranno a facilitare il percorso d’inclusione degli alunni con bisogni educativi speciali. Fondamentale sarà il mantenimento del collegamento tra l’azione didattico-formativa posta in essere per mezzo dei moduli del presente progetto e quella condotta dai consigli di classe e/o team docenti durante l’anno. Altrettanto importante sarà il coinvolgimento delle famiglie degli alunni, le quali saranno informate in merito agli obiettivi e alle finalità del progetto. Tale condivisione potrà avvenire anche con la collaborazione dei referenti dei servizi educativi comunali.
Impatto e sostenibilitàSarà possibile osservare l’impatto delle azioni del presente progetto, in termini di cambiamento e di risultati attesi, attraverso la realizzazione degli eventi, l’osservazione dei ragazzi in itinere, della loro collaborazione attiva, del loro saper stare in gruppo, della capacità di porsi come protagonisti nell’ideazione e realizzazione delle azioni del progetto, il feedback che l’utilizzo dei social media. Ai genitori, quali collaboratori attivi necessari perché quanto appreso dai propri figli possa effettivamente essere realizzato nelle scelte quotidiane, sarà proposto un questionario volto a verificare l’efficacia del progetto, in termini di acquisizione di più corrette abitudini alimentari dei propri figli, supportate dal loro contributo per l’effettiva riuscita del progetto, a livello di conduzione familiare, legata a abitudini e costumi individuali e familiari.
Prospettive di scalabilità e replicabilità della stessa nel tempo e sul territorioGli obiettivi e le finalità del progetto saranno comunicati alle famiglie degli alunni iscritti al nostro Istituto Comprensivo attraverso il sito istituzionale e diffusi all’interno del territorio sul quale insiste la scuola. Attraverso lo stesso saranno resi noti i risultati raggiunti in termini di partecipazione degli alunni e della tipologia di azioni didattico-formative poste in essere dalla scuola. Il sito internet dell’Istituto, il blog dell’Associazione dei Genitori, il sito del Comune, la biblioteca comunale e alcuni giornali locali permetteranno di dare rilievo alle iniziative. Gli alunni, i genitori e i docenti avranno la possibilità di manifestare il loro parere sulla realizzazione e sugli esiti del progetto attraverso la compilazione di appositi questionari realizzati dal nucleo interno di valutazione dell’Istituto. I materiali didattici, le relazioni e i lavori di gruppo prodotti saranno archiviati anche attraverso risorse multimediali (webinar) in un’apposita area del sito in modo da essere riutilizzabili e rielaborabili.

Azione informazione e disseminazione FSE PON 10.2.5A-FSEPON-LO-2018-331 

Decreto Assunzione in Bilancio FSE PON 10.2.5A-FSEPON-LO-2018-331 

Decreto Avvio progetto FSE PON 10.2.5A-FSEPON-LO-2018-331 

Nomina affidamento attivita direzione coordinamento PON 10.2.5A-FSEPON-LO-2018-331 

Decreto Nomina RUP progetto FSE PON 10.2.5A-FSEPON-LO-2018-331

Lettera da inviare ai genitori cl II – Sc Sec – PON Cittadinanza Globale 

Lettera ai genitori cl I – Sc Sec. – PON Cittadinanza Globale

Lettera da inviare ai genitori cl IV – Sc Primaria – PON Cittadinanza Globale (1) 

FIRMATO Determina avviso selezione personale interno ICS Monteggia Laveno M. 10.2.5A-FSEPON-LO-2018-331 

Avviso selezione Esperti e Tutor Personale Interno ICS Monteggia Laveno M. 10.2.5A-FSEPON-LO-2018-331 (3) 

Elenco partecipanti alla selezione n.1 Esperto n. 1 Tutor Interno Mod 1 10.2.5A-FSEPON-LO-2018-331

Nomina Commissione avviso selezione personale interno ICS Monteggia Laveno M. 10.2.5A-FSEPON-LO-2018-331 

Esito selezione esperti tutor interni ICS Laveno M. 10.2.5A-FSEPON-LO-2018-331

Graduatoria definitiva Esperti e Tutor Personale Interno ICS Monteggia Laveno M. 10.2.5A-FSEPON-LO-2018-331

Determina avviso selezione personale interno ICS Monteggia Laveno M. 10.2.5A-FSEPON-LO-201 (3)

Avviso selezione Esperti e Tutor Personale Interno ICS Monteggia Laveno M. 10.2.5A-FSEPON-LO-2018-331

SIGNED-Elenco partecipanti alla selezione _ n.1 Esperto n. 1 Tutor Interno Mod 2_10.2.5A-FSEPON-LO-2018-331

SIGNED-Nomina Commissione avviso selezione personale interno_ICS_Monteggia Laveno M._Mod 2_10.2.5A-FSEPON-LO-2018-331

SIGNED-Esito selezione_esperti_tutor interni_ICS_ Laveno M._Mod 2_10.2.5A-FSEPON-LO-2018-331

SIGNED-Graduatoria definitiva_Esperti e Tutor_Interni ICS_Laveno M._Mod 2_10.2.5A-FSEPON-LO-2018-331   

Incarico Pon Trevisan Albo 

Incarico Pon Borghesan Albo

Determina affidamento diretto acquisto n. 3 targhe_ PON 10.2.5A-FSEPON-LO-2018-331.pdf.p7m 

Ordine acquisto n. 3 targhe_ PON 10.2.5A-FSEPON-LO-2018-331.pdf.p7m

Certificato di regolare esecuzione e collaudo targhe pubblicitarie PON .10.2.5A-FSEPON-LO-2018-331 .pdf.p7m 

Azione Disseminazione – Conclusione attivita progetto PON 10.2.5A-FSEPON-LO-2018-331.pdf.p7m 

Conclusione Modulo 1 “Dalla terra alla terra: nutrire, con-dividere, rispettare” – Progetto PON 10.2.5A-FSEPON-LO-2018-331  https://icmonteggialaveno.edu.it/news-dettaglio/93

Conclusione Modulo 2 “Cambiare non fa male nella nostra dieta la dieta del mondo” – Progetto PON 10.2.5A-FSEPON-LO-2018-331  https://icmonteggialaveno.edu.it/news-dettaglio/104

Foto Pon_Sede Gianoli 2.jpg Foto Pon_Sede Gianoli.jpg Foto Pon_Sede Monteggia 2.jpg Foto Pon_Sede Monteggia.jpg Foto Pon_Sede Scotti.jpg Foto Pon_Sede Scotti2.jpg